Coltivare viti a Vignone

Nuovo anno, nuova avventura

Un augurio a tutti per un buon anno, ho assaggiato alcune delle 18 bottiglie che ho prodotto, le prime che ho aperto avevano uno spunto acetico, forse perche' aperte troppo presto, mentre quelle stappate alla fine di Dicembre,non erano male.
Ovviamente la prossima stagione cambiera' completamente la struttura del vino dato che si spera in due cose: che anche le piantine di Uva rara inizino a fruttificare,quindi riuscire a mescolare le due qualita' di vite, in modo da ottenere un vero vino Bonarda, e non come lo scorso anno dove ho potuto vinificare solamente i grappoli di Croatina. Seconda cosa, stare piu' attento alle malattie, tipo lo oidio, che alla fine di agosto mi ha preso un po di sorpresa.....per questo quest'anno mi informero' su qualche prodotto sempre biologico che riesca a coprire con piu' efficacia gli attacchi di questa malattia. A presto, Marco.



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti